mercoledì 8 novembre 2017

Noi chiediamo ancora COERENZA.....

COMMENTO:
Benito Mussolini, nel 1941, duce d`Italia, aveva detto.....
Dal 1 Gennaio 1948 , la Repubblica e la Democrazia  dicono.....
Noi chiediamo  ancora COERENZA , dopo averla dimostrata .
                                           
                                                               I Liberaldemocratici 

martedì 31 ottobre 2017

LA RIFORMA PROTESTANTE CINQUECENTO ANNI DOPO

Commento: 
In ITALIA..... la coerenza LAICA verso la Famiglia, verso le IDEE, verso la Società e gli impegni..... ha procurato emarginazione.
Il POPOLO ha continuato a pregare, in latino, senza capire, fino al Concilio Vaticano II (1962-1965).

31 ottobre 2017                                                                  Ass. Diritti e Doveri

LETTERE E RUBRICHE AL BLOG

Gentiloni, ovvero il.consiglio dei ministri, ha proposto la nomina di Visco alla guida della Banca d'Italia mettendosi contro il PD e Renzi, non solo, contraddice se stesso perché la sfiducia a Visco era stata concordata tra Renzi e Gentiloni (parole di Renzi); la seconda carica dello stato, Grasso, da le dimissioni dal PD e dice che la fiducia alla legge elettorale è una violenza perché è assurdo che la legge non venga discussa in Senato . Per me lo stato è allo sfascio è un nuovo 8 settembre.

Giorgio Pucciarelli

______________________________________________________________


Caro Mario,
quando noi, convinti interpreti del pensiero mazziniano parlavamo dei diritti e dei doveri dei cittadini chi parlava solo di diritti ci tacciavano di fascisti; oggi che quelle stesse persone,per opportunismo elettorale parlano di doveri, dimenticando i diritti, dobbiamo ricordare che diritti e doveri debbono convivere in una visione congiunta e all'interno di un sistema democratico nel quale dai singoli cittadini,ai funzionari delle istituzioni e ai politici di riferimento non difetti il senso di responsabilità.
Tu ,caro Mario, che hai sempre creduto in questo ruolo di cittadino e di politico (quando sei stato chiamato ad esercitarlo),che hai sempre contribuito sia come educatore che come cittadino all'educazione degli animi e delle coscienze,tutti,sia da destra che da sinistra, hai ricevuto ostracismi,ostacoli,difficoltà,se non veri e propri tentativi di eliminazione dalla scena politica. La tua missione di educatore,nella più ampia accezione, è stata sempre ostacolata o più semplicemente ignorata. non vergognandosi però a saccheggiare i nostri contenuti e le nostre proposte. Onore e merito alle tue idee ,alle tue azioni,al tuo civile comportamento 

Beppino Montalti medico 





lunedì 30 ottobre 2017

LAICITA' non vuol dire ARBITRIO.

Non confondiamo: LAICITA non vuol dire LIBERTA' nel senso di ARBITRIO.
LAICITA, vuol dire essere liberi quando si prendono impegni che poi vanno mantenuti.
CONOSCERE, RICORDARE, RISPETTARE gli impegni vuol dire rispettare gli altri.
La VIOLENZA, l'ABUSO vanno combattuti! Creano confusione, disordine, inciviltà. Simpatia, enpatia creano civiltà.